Rassegna stampa italiana
Riportato sul sito di Radio Cina Internazionale (CRI) il 12/6/2006

Il discorso di Yang Jiechi pronunciato durante la conferenza stampa tenuta con Frattini.


Il 10 giugno scorso il ministro degli Esteri cinese Yang Jiechi ha compiuto una visita ufficiale in Italia, durante la quale ha incontrato il Primo Ministro italiano Silvio Berlusconi ed ha avuto un colloquio anche con il Ministro degli Esteri italiano Franco Frattini.

I due ministri hanno anche presenziato alla chiusura della terza seduta congiunta del comitato misto sino-italiano al termine della quale hanno tenuto una conferenza stampa.

Amici ascoltatori, ieri vi abbiamo trasmesso la prima parte del contenuto della conferenza stampa, ossia il discorso del ministro degli esteri italiano Frattini.

Nell’odierna Pagina di commento vi trasmetteremo il discorso del ministero degli Esteri cinese Yang Jiechi.

Illustrando i contenuti del colloquio Yang Jiechi ha osservato: (registrazione a)

Io e il signor Franco Frattini abbiamo avuto oggi una approfondita discussione sulla cooperazione bilaterale e sugli scambi e la cooperazione tra i due paesi negli affari internazionali, raggiungendo un’idendita di vedute su alcuni problemi. Il nostro colloquio e’ stato costruttivo e fruttuoso. Abbiamo partecipato con piacere alla chiusura della terza seduta del Comitato misto sino-italiano, avanzando nei discorsi le nostre proposte sul futuro lavoro del comitato. Il nostro colloquio ha riguardato diversi settori. Qui, a nome del governo e del popolo cinesi, esprimo il sincero e sentito ringraziamento ai politici e al popolo italiani per aver offerto al popolo cinese preziosi aiuti materiali e pecuniari e anche per aver inviato nell’area terremotata del Sichuan un team sanitario. Siamo convinti che sotto la ferma guida dei dirigenti cinesi, con i comuni sforzi del popolo di tutto il paese e con gli aiuti della comunita’ internazionale e i paesi amici, ivi compresa l’Italia, supereremo sicuramente le difficolta’ causate dal terremoto, realizzando la ricostruzione delle nostre belle case .

Nel suo discorso il ministro degli Esteri cinese Yang Jiechi ha espresso apprezzamento all’Italia per la sua posizione di ‘Una sola Cina’ e per la sua opposizione a qualsiasi attivita’ finalizzata all’indipendenza del Tibet. (registrazione b)

Durante il nostro colloquio ho illustrato la posizione cinese sul problema del Dalai Lama. Su ripetute richieste della parte del Dalai Lama, il governo centrale ha incontrato recentemente la parte del Dalai, mostrando la maggiore sincerita’. Sosteniamo che la parte del Dalai debba porre fine alle attivita’ scissionistiche ed abbandonare la violenza e la trama delle attivita’ miranti al sabotaggio dei giochi olimpici di Pechino, creando condizioni favorevoli al prossimo incontro con il governo centrale. Ringraziamo la parte italiana per il suo appoggio verso la Cina di tenere i giochi olimpici e ci auguriamo che la rappresentativa azzurra ottenga buoni risultati nel corso dei giochi olimpici di Pechino.

A proposito della futura cooperazione tra le due parti, il ministro degli Esteri cinese Yang Jiechi ha rilevato (registrazione c)

Le due parti sostengono che si debbano mantenere e rafforzare gli scambi di alto livello tra i due paesi, promuovendo le visite reciproche dei loro massimi dirigenti. Inoltre i due paesi devono svolgere un’effettiva cooperazione nei settori economico, commerciale, scientifico, culturale, e in particolare nei campi della tutela ambientale. Noi abbiamo discusso del progetto di Caofeidian a Tangshan, speriamo che questo progetto diventi un modello di cooperazione tra i nostri due paesi nei settori della tutela ambientale, del risparmio energetico e dell’urbanistica. Speriamo che un sempre maggior numero di studenti cinesi possano venire in Italia e viceversa, un sempre maggior numero di turisti cinesi vengano in Italia e piu italiani vadano in Cina per vedere con i propri occhi la Grande Muraglia e l’Esercito di Terracotta. Per questo le due parti forniranno agli studenti e ai turisti facilitazioni in materia di visto d’entrata.

Circa la cooperazione tra la Cina e Italia negli affari internazionali, Yang Jiechi ha osservato:

L’Italia sara’ il presidente di turno del G8. Auspichiamo una cooperazione con l’Italia affinche’ il dialogo degli 8+5 ottenga maggiori risultati positivi e promuova la cooperazione Nord-Sud del mondo. Ringrazio il Ministro degli Esteri italiano Frattini per la sua gentile ospitalita’ e lo invito ufficialmente a visitare la Cina in un prossimo futuro e sono in attesa di ulteriori contatti con lui nelle varie occasioni. Le due parti si sono messe d’accordo per incontrarsi un’altra volta in occasione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite di quest’anno. Nel frattempo ci terremo in contatto via epistolare e telefonica.